cts informa

I sogni non si tradiscono. I sogni si devono sognare

A volte le gambe possono tremare. E, d’improvviso, i miei passi non trovano più un appoggio sicuro, salendo le scale di Via Bronzetti.
Da due anni lavoravo al CTS e, proprio ora che desideravo un attimo di respiro, di riflessione, mi veniva chiesto di assumere la responsabilità dello’Accoglienza e di aprire la nuova sede di San Nicolò. a volte le gambe possono tremare. I primi venti giorni da solo con i ragazzi del PreC.T. L’arrivo di Toni che gratta il pavimento della cucina parlando del suo Cristianesimo. E arrivano altri ragazzi. E sono tanti.
Poi Maurizio che parla di Jung e Lidia che ride, piange e poi torna a ridere.
Con Luciano, quando abbiamo paura, decidiamo che è giusto vestire di velluto a righe grosse. E arrivano altri ragazzi mentre i primi partono per la comunità. Piangono perché qui per la prima volta… Io guardo. Parlo. Ascolto. torno a guardare a parlare ad ascoltare. Stupito per ogni ferita che si rimargina. Grato per ogni scoppio di risa. Furioso ad ogni tradimento. Perché i sogni non si tradiscono. I sogni si devono sognare.
quando qualcuno smette di sognare io piango. solo dentro però.
Perché i direttori non piangono mai.
(Roberto, direttore Accoglienza 1992)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere